Refurbishment for Eduardo, Laura & Enzo

Refurbishment for Eduardo, Laura & Enzo

Architetto
Pablo Muñoz Payá Arquitectos
Posizione
Petrer, Alicante, Spain | View Map
Anno Progetto
2016
Categoria
Alloggi Privati
©Santiago Vicente+Milena Villalba MOD
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
ManufacturerPORCELANOSA
illuminationFlos
Sanitary wareRoca
Kitchen StoolsPEDRALI
Outdoor furnitureRESOL
Peach Armchair
MechanismsSIMON
Simon 82 Detail

Scheda Tecnica Prodotto
Manufacturer
illumination
Sanitary ware
Kitchen Stools
Outdoor furniture
Peach Armchair per RESOL
Mechanisms
Simon 82 Detail per SIMON

Ristrutturazione per Eduardo, Laura ed Enzo

Pablo Muñoz Payá Arquitectos come Architetti

Questo progetto consiste nella ristrutturazione integrale di una casa a Petrer (Alicante). Il concetto di una casa che passa da una famiglia all'altra implica profonde trasformazioni. I modi di vivere sono mutevoli, non solo in senso generazionale, ma anche attraverso le personalità individuali degli abitanti. Ciò che ogni persona spera per la propria casa si materializza al suo interno.

 

L'edificio esistente, senza alcun valore architettonico, occupava una superficie di 138m2 (19 dei quali appartengono a un portico) di un terreno con alberi di ulivo, insieme ad altre proprietà vicine. Per legge, questa superficie non poteva essere ampliata, quindi il progetto doveva essere basato su un'esatta alterazione dello spazio precedente, non un metro in più, non un metro in meno.

 

Il perimetro rettangolare passerà da una disposizione poco interessante a una struttura flessibile composta da tre strisce longitudinali e, allo stesso tempo, tre trasversali. Questo ordine non rigido delle aree si ottiene posizionando il bagno e parte dei mobili della cucina come elementi centrali, rendendo circolare qualsiasi movimento intorno a loro e delineando in questo modo il resto dello spazio. Muñoz Payá fa al bagno e alla cucina ciò che Frank Lloyd Wright fece ad elementi come i comignoli. Li ha liberati dalla loro normale 'condanna' di essere legati ad un muro, per metterli al centro dei soggiorni e articolare così lo spazio intorno a questi elementi.

 

Longitudinalmente, le tre strisce corrispondono ad una zona giorno in contatto con il portico, (il principale mezzo di ingresso diurno nella casa), che contiene il soggiorno e la sala da pranzo, la cucina, una zona 'intermedia' con bagni e camere da letto e una zona finale che ospita la camera da letto principale, un ulteriore bagno e un ufficio.

 

Nonostante questo ordine implicito, gli spazi comunicano tra loro attraverso un'unità interna, una materialità amichevole che esiste in risposta alla tranquillità ricercata dai proprietari e un attento lavoro con la luce naturale e artificiale. L'interno della casa è praticamente bicromatico; un bianco intenso combinato con il colore del caffè del legno e della pavimentazione, ottenuto utilizzando un minimo di materiali necessari. La semplicità era un'altra ricerca della casa, e raggiungere questa pulizia dello spazio da una struttura esistente così forte non è un compito facile.

 

Pablo Muñoz Paya dissolve questa dittatura tra il contenitore e il contenuto liberando lo spazio, portando le stanze interne ad un livello inferiore a quello del tetto. Il tetto gioca quindi con i suoi angoli a livello continuo, ripiegandosi su se stesso mentre segue l'ordine delle tre strisce, senza essere limitato da esse.

 

Il tetto sarà inclinato nella parte anteriore, creando una tettoia per la zona giorno e con "denti di sega" per le due camere da letto e i bagni. Questo gioco con il tetto assicura l'ottimizzazione della luce e il controllo bioclimatico. Il robusto portico anteriore, racchiuso da un brise-soleil composto da pannelli mobili, permette il controllo dell'irraggiamento solare, insieme al controllo degli elementi visivi. Il rapporto con l'interno e l'esterno è costante ma controllato, nello stesso modo in cui il dialogo avviene tra le aree funzionali abitative.

 

La casa di Eduardo, Laura ed Enzo parla da sola come un modo di vivere, ma anche come un modo di intervenire senza limiti, pur partendo da condizioni preesistenti, nella ricerca della qualità architettonica e della sostenibilità.

 

Materiale Utilizzato:

Pavimentos Porcelanosa, modelo Chelsea Arce Formato 29'3 x 180 cm

Revestimientos Interiores | Placas lisas de cartón-yeso Knauff Baños | Venis, modelo Crystal White Formato 33,3 x 100 cm brillo.

Falsos techos Placas lisas de cartón-yeso Knauff VIgas de madera

Iluminación Generales | Diseño Pablo Muñoz Payá Mesitas | Flos

Mecanismos Simon Detail 82

Climatización Calefacción por suelo radiante + fan-coils Daikin alimentados con Bomba de calor Mitsubishi

Cocina Diseño | Pablo Muñoz Payá Arquitectos Material puertas | Grupo Alvic

Estores exteriores Persax

Sanitarios Roca

Grifería Tres

Fregadero Poalgi Modelo Shira

Carpintería interior Puertas de paso | DM lacado blanco Sistema corredero de puertas | Saheco

Armarios Diseño | Pablo Muñoz Payá Arquitectos Material puertas | Grupo Alvic

Carpintería exterior Ventanas | Cortizo

Lamas exteriores Sistema corredero de lamas | Saheco

Sofá Snat Sofás

Mesas auxiliares Stua Modelo Eclipse

Taburetes Cocina Pedrali Volt

Alfombra KP Organik

Sillas comedor y dormitorio Vitra Eames Plastic Side Chair DSW

Mobiliario Exterior Silla Resol Peach

Resto de mobiliario Diseño | Pablo Muñoz Payá Arquitecto

Read story in EnglishPortuguêsEspañolFrançais and Deutsch

Featured Projects
Latest Products
News